Post-it

Amori frugali


Fra gli anni Sessanta e Settanta i maschi della riviera adriatica erano molto generosi, come dimostrano i tanti cinquantenni che dai paesi del nordeuropa scendono qui a cercare le loro radici, dopo aver scoperto da una madre ormai anziana o moribonda che sono il frutto di un fugace amore estivo sulle rive dell'Adriatico. Fece notizia quel signore di Marsiglia che voleva trovare il padre sconosciuto, oppure le due gemelle olandesi concepite nel 1969 da una splendida ventenne di nome Truuska con un certo Italo (uno degli pseudonimi preferiti dai trombatori indigeni che post coitum non volevano essere rintracciati). La fanciulla, tornata nel suo paese frugale con un imprevisto souvenir d'Italie (anzi, d'Italò), solo in punto di morte aveva rivelato chi era il loro padre. O meglio, di dov'era, perché sul chi c'è un grande punto interrogativo. L'unico indizio in mano alle ragazze sono delle poesie d'amore scritte sulle pagine di un'agenda (poesie è una parola grossa, ma se dico che come poeta fa cagare, Italo potrebbe arrabbiarsi ed uscire allo scoperto per difendere le sua opera). Chissà se le gemelle olandesi riusciranno ad incontrare il poeta vitellone e chiamarlo papà. E chissà quanti mezzi italiani, consapevoli e no, ci sono in giro per l'Europa, concentrati soprattutto nei famosi «paesi frugali» capitanati proprio da un olandese, quello che in questi giorni fa la ramanzina all'Italia e ci tratta da scrocconi, ignorando le molte probabilità che nelle vene dei suoi connazionali circoli parecchio Dna italiano. I «frugali» avrebbero davvero il coraggio di ridurre alla fame i loro veri genitori e nonni in difficoltà? Cari Italo, che in gioventù avete disseminato i vostri geni in grembi svedesi, olandesi e danesi, mettetevi una mano sulla coscienza e pensate alla patria. E' ora che riconosciate i frutti dei vostri amori estivi, a cominciare dalle figlie di Truuska. Spiegate alle vostre mogli che lo fate per ragion di Stato, e costringete i vichinghi di cui avete sollazzato madri e nonne a far meno gli spilorci e ad aprire il portafoglio. Scommetto che Mattarella istituirà un'onorificenza apposta per voi: Cavaliere al merito genetico.